Villa Gisella - Residenza Sanitaria Assistenziale - Largo Enrico Caruso, 1 Firenze Tel. 055-4250028 Fax 055-453127
 
   

 

 

 


Prof. Giuseppe Mecca Universita di Napoli

 

La Villa Ieri
 

Nel marzo del 1903 il tenore Enrico Caruso varcò per la prima volta l'Atlantico per interpretare 25 recite ("Rigoletto") al Metropolitan di New York. Ritornò in Italia nel febbraio del 1904 carico di gloria e con i 25.000 dollari del compenso ricevuto. Investì quel capitale per acquistare la Villa "I Pini" alle Panche.

Il 13 settembre 1904 Enrico Caruso di Marcellino e Anna Baldini, artista di canto, trasferirono la propria residenza, mantenendovela fino alla morte.

Quando Caruso morì, la Villa "I Pini" passò a Mimmi, Enrico Junior, che vi andò a vivere con la moglie Elena Canessa.

Quando Mimmi si accorse che dagli Stati Uniti non sarebbero mai arrivate le royalties dei diritti sulle prestazioni canore del padre, cedette la Villa per 400.000 lire, arredi compresi, alla casa d'aste Materassi di Firenze.

Nella Villa c'era una cappella, la sala del trono, la stanza del biliardo e un'imponente scala di legno pregiato, tutt'oggi presente, montante verso la torre del '200.

Prima di Enrico Caruso, la Villa "I Pini", antica costruzione del '400, è appartenuta ai Deti, ai Filippi, ai Del Turco, ai Falconetti, ai Cavalcanti, ai Cattani e ai Teri.

Nel 1954 la Villa fu acquistata dal Prof. Dott. Giuseppe Mecca (pediatra) che, nel 1956, l'adibì a casa di cura di medicina generale per lungo degenti e cronici, dandole il nome di Villa Gisella.


La Villa ieri

La Villa Ieri
 
 

Villa Gisella s.r.l. - Residenza Sanitaria Assistenziale - Largo Enrico Caruso, 1 50141 Firenze Tel. 055-4250028 Fax 055-453127
Partita Iva 05519000482
 



Torna alla homepage